testa3
item3

CONFERENZAINFORMAMENTIS030216 

 

(….) non curiamo soltanto che il ragazzo acquisti certe rappresentazioni, certi sentimenti, certe abilità, ma che, secondo la sua disposizione animica e il perfezionamento della sua disposizione, porti con sè nella vita, qualcosa che è vivente, che possa crescere con lui (….)
O.o. n.302 – R. STEINER

 

 

Conduce: Anna Milizia - Insegnante steiner waldorf - Responsabile del corso di formazione per docenti

L’evento si terrà dalle ore 18,00 alle ore 19,30, per il quale si raccomanda la puntualità e la discrezione in ingresso di eventuali ritardi.

 

ITREOMININELBOSCOSAVA 

 

 

Rappresentazione per tutti i bambini
e adulti a cura delle maestre d’asilo Steineriano di Manduria

1° spettacolo alle ore 17,30
2° spettacolo alle ore 19,00

ingresso libero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

concertoGEMELLAGGIOMERCOLEDI 10 OTTOBRE 2012 si è scvolto il concerto nella SALA CONVEGNI del CONSORZIO TUTELA PRIMITIVO
Uggiano.

CONCERTO per il GEMELLAGGIO tra la
JugendKammerOrchester Birseck-Dorneck Svizzera
e la Scuola Steineriana "La Fonte" di Manduria

a cura dei Maestri Lukas Greiner e Marianna Calò
dirige il Maestro Lukas Grein

È stato un grande successo e una bellissima serata che si è poi trasferita alla scuola per un rinfresco ed un momento di relazione fra tutti.

 

 

 

DSC3930DSC3926DSC3940DSC3884 

 

 

 

 

 

 

Allegatodipostaelettronica 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il fiore magico
LUNEDI 23 GENNAIO 2012 presso il Teatro Comunale di Carosino - ore 18,45

Fiaba russa con RECITAZIONE – EURITMIA - MUSICA

presentata dalla scuola steineriana “La Fonte”
con la partecipazione straordinaria di Gioia Falk e Johannes Falk


Il giornalino del Fiore Magico
DSC0920
Soggetto

“C’era una volta un paese bello e ricco…”

Sì, il nostro soggetto è proprio una fiaba come tante altre, eppure unica come tutte le fiabe. Ci parla di un popolo lontano, ma che non facciamo fatica a sentire presto molto vicino a noi. La fiaba narra di “uomini ricchi e laboriosi, ma che non sapevano più cosa fosse sorridere, divertirsi o gioire di qualcosa” da quando un principe malvagio, il Principe del ghiaccio, aveva portato via dalla loro terra un fiore meraviglioso, il rosso fiore magico. “Perciò nonostante le loro ricchezze erano poveri e infelici”. Così comincia la nostra fiaba. Tutto il racconto si svolge tra avvenimenti drammatici che farebbero precipitare la situazione fino DSC1058all’irreparabile, se qualcuno non riuscisse a riportare nel paese il fiore magico. Per poterlo ritrovare tutti gli esseri della natura si mettono a disposizione: esseri della terra (nani), dell’acqua (pesci) e dell’aria (uccelli), ma da soli non possono nulla; occorrerà che un essere umano, mosso dalla compassione per la sofferenza che sconvolge tutti e fiducioso nella forza che alberga nel suo cuore, sia disposto ad affrontare ogni pericolo.

Perché una fiaba

Come ogni fiaba classica anche questa de Il fiore magico parla dell’eterna ricerca dell’uomo e come ogni fiaba ne parla per immagini. La sua comprensione non si volge all’intelletto, ma direttamente al cuore. Nella fiaba i tempi sono rarefatti anche quando sono drammatici. Gli eventi si mostrano sempre avvolti da un alone magico che colloca il tutto in una dimensione aspaziale e atemporale, dove ognuno può sognare. Ecco che allora i personaggi, che siano re o maghi cattivi, giovani coraggiosi o animali parlanti, tutto può acquistare quella particolare capacità di risuonare dentro di noi in modo intimo e familiare, di parlarci di noi stessi e delle più profonde verità quando, bambini, ancora non saremmo in grado di comprendere.

Perché l’Euritmia

Abbiamo scelto per portare questa fiaba un mezzo artistico ancora poco conosciuto in Italia: l’Euritmia. Anche l’Euritmia come la fiaba si volge direttamente al cuore dello spettatore. Essa è puro movimento che nasce dalla parola, recitata fuori campo, secondo la qualità evocativa dei singoli suoni. Questi diventano ritmo, colore, gesto e forma nello spazio cosi come lo sono all’interno della parola stessa o della frase. Si può dire che il movimento euritmico è la danza dell’anima che parla (o canta). L’Euritmia non ha bisogno di scenografie particolari. I cambi di scena sono affidati soltanto agli effetti di luce, che trasportano lo spettatore in sempre nuovi spazi dell’anima. Per mezzo di questa particolare forma di danza la fiaba viene a trovarsi nell’elemento espressivo ad essa più affine, in grado di portarci in un mondo molto più vasto di quello che si presenta agli occhi, il mondo del meraviglioso.

Promotore del progetto

Il progetto de Il fiore magico viene promosso dall’Associazione “Il Giardino Degli Ulivi” di Manduria, un’associazione di promozione sociale che, dalla conoscenza dell’essere umano fondata sull’Antroposofia (scienza dell’uomo) di Rudolf Steiner e dal rinnovamento delle arti che da essa scaturisce, promuove attività culturali e pedagogiche sul territorio. Da 18 anni l’Associazione è attiva con un progetto pedagogico che vede impegnati insegnanti specializzati e genitori nel realizzare una scuola libera e indipendente secondo la pedagogia steineriana.

La Scuola LA FONTE comprende il ciclo dal nido alla scuola materna e alla scuola dell’obbligo. L’Associazione promuove inoltre corsi di formazione per insegnanti e si sostiene autofinanziandosi con donazioni e volontariato. Essa è riconosciuta a livello nazionale dalla Federazione Scuole Steiner-Waldorf in Italia a cui è associata.

Realizzazione

Il nostro progetto nasce all’interno della Scuola Steineriana di Manduria su iniziativa della maestra di Euritmia Gabriella Pietrosanto e prende forma durante un soggiorno in Svizzera di quest’ultima grazie alla collaborazione con la sig.ra Gioia Falk, euritmista di lunga esperienza scenica, regista di notevoli lavori teatrali con l’Euritmia tra cui i quattro Drammi Mistero di R. Steiner e la fiaba russa Kotura, re dei venti. Circa quaranta bambini della scuola parteciperanno al progetto accanto a professionisti dell’Euritmia, amatori tra genitori ed ex alunni, oltre ad un recitatore e un musicista. Per la preparazione dei costumi saranno coinvolti i genitori dei bambini della scuola. Trattandosi di un evento culturale assolutamente nuovo nel nostro territorio, riteniamo opportuno di uscire dall’ambito ristretto della nostra scuola e di condividere questa esperienza artistica con un pubblico il più possibile vasto ed eterogeneo, dal bambino all’adulto.

imgmenu2

primo settennio – giardino d’infanzia

secondo settennio

terzo settennio


pedagogia curativa


euritmia


alimentazione e salute


biodinamica


libreria-cartoleria

koinelogo1

imgmenu

 

Studio sulla Pedagogia Steineriana
Ogni lunedì dalle 16,30 alle 17,45
dalle 17,45 alle 19 corso di BAMBOLA

Conduttore: Anna Milizia
Insegnante Steiner-Waldorf

Gruppo di Studi Antroposofici
Ogni martedì dalle 18,00 alle 19,30

Conduttore: Nicola Tito Marin
Insegnante Steiner-Waldorf

 

 

 

imgmenu1

educazionewaldorf.it

rudolfsteiner.it

INSWAP
International Networf
of Steiner Waldorf Pasrents

asilo steineriano il Girotondo

Associazione per l'Agricoltura
Biodinamica - Puglia e Basilicata

 

 

web master: matteolaudisa.it

item3a
item3a1
item3a1a
item3a1a1
item3a1a1a
item3a1a1a1
item3a1a1a1a
item3a1a1a1a1
Allegatodipostaelettronica imgmenu2 koinelogo1